Al tempo delle stragi

C’è una sanguinosa simmetria, trovo, tra le stragi nell’Ucraina – o la Siria o il Tigray o… – in guerra e negli USA in tempo di pace: chi le facilita nega ogni responsabilità.

Dalla propaganda russa o turca o etiope o… ce lo aspettiamo. Dopo ogni massacro in USA ci stupiamo che siano approvate leggi statali e federali che permettono a chiunque di acquisire e usare armi, anche d’assalto. Dai bambini seduti nel carrello del supermercato che ne trovano una nella borsetta della mamma e la uccidono, ai malati di mente che non hanno nemmeno il diritto di avere una propria carta di credito, passando da adulti che annunciano sui social che stanno per uccidere neri, ebrei, musulmani, donne, politici, medici o altri “nemici” di un proprio privilegio e quindi dell’America.

D’altronde sono notizie che scompaiono presto anche perché dopo i “mai più” si ripetono sempre uguali. Una volta citate le frasi di circostanza delle autorità, a noi cronisti non resta che descrivere i rapporti di forza tra chi vota leggi che imporrebbero controlli più efficaci e chi si oppone.

E magari dire che esistono ricerche e statistiche, ciascuna un appello un po’ patetico alla ragione. Resteranno inascoltate? Forse, ma se non ne parliamo nessuno può ascoltarle:

Dal 2015 in USA ci sono più armi che abitanti di ogni età. Stando al sondaggio Gallup del 2020, il 32% deteneva i 390 milioni di armi (stima) in circolazione nel paese e il 44% viveva in una casa dove c’erano armi:

La maggioranza degli elettori – e degli abitanti, presumo – ne ha paura e vorrebbe leggi più severe:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: