O’s digest biodiverso

Da quest’estate uso Twitter come bloc-notes e, data la gestione di Elon Musk, non sembra una buona idea. Torno a mettere qui la rassegna stampa ochesca, così ritrovo paper e notizie che forse non interessano solo me.

Indri, Madagascar, ottobre 2018, foto di Charles Sharp/Creative Commons

Continua a leggere “O’s digest biodiverso”

Aiuti umanitari

Su Nature, Caterina La Porta e Stefano Zapperi paragonano provenienza e destinazione dei dottori di ricerca “in fuga” tra il 2011 e il 2020 con le classifiche internazionali che “dipingono un quadro desolante delle università italiane”.

Continua a leggere “Aiuti umanitari”

Salvare prima i ricchi

In Atlas Shrugged – semplifico – il geniale inventore e filosofo John Galt diventa il capo di una società segreta formata da ingegneri e imprenditori frustrati sebbene milionari (è uscito nel 1957) in lotta contro lo stato egualitario e burocratico. Dopo lunghe, lunghissime, peripezie Galt e seguaci s’apprestano a rovesciare il governo degli incompetenti e a costruire un mondo migliore.

Continua a leggere “Salvare prima i ricchi”

Imperfetti e indispensabili

Are general circulation models obsolete?” sembra un’appendice un po’ nostalgica a Clima 2050. La matematica e la fisica per il futuro del sistema Terra di Annalisa Cherchi e Susanna Corti, due co-autrici del vol. 1 (“scienze fisiche”), del VI rapporto IPCC. Il top.

Continua a leggere “Imperfetti e indispensabili”

Eventi torinesi

Oggi è stato spostato dall’Aula magna del Politecnico allo Sporting Dora ex Michelin il convegno “Poli-Covid 22” che si apre domani e chiude venerdì. Il PoliTo ha disdetto il patrocinio e l’ospitalità poiché certi relatori invitati dal comitato scientifico non erano “all’altezza dei fini” del convegno medesimo. Questo stando a relatori dell’Istituto Superiore di Sanità che si son disdetti pure loro.

Venerdì scorso invece,

Continua a leggere “Eventi torinesi”

Latito da un po’

Distrazioni, pigrizia, mega-raffreddore […], da due settimane non faccio un’O’s digest e mi sento in colpa. Ho segnalato parecchi paper e notizie su Twitter, ma se Elon Musk spacca tutto, quando mi servono dove vado a cercarli?

Continua a leggere “Latito da un po’”

Sul Naviglio e in mezzo al ponte

Venerdì a Cassinetta di Lugagnano – il comune più piccolo dall’area metropolitana milanese dov’è vietato consumare suolo da quasi 30 anni, in quest’autunno estivo il risultato è incantevole. Giardini, parchi, ville “nobiliari”, una sontuosa che un giorno, spero, verrà aperta dal FAI ai visitatori…

A Cassinetta, dicevo, docenti della Statale, della Bicocca e dell’università di Brescia, studentesse della Statale, un paio di cronist* e un agricoltore bio del posto, convocati da Caterina La Porta, discutevano di sostenibilità e di quanto sia complicata da realizzare.

Continua a leggere “Sul Naviglio e in mezzo al ponte”

Verso Sharm el-Sheik

Gli ultimi sette anni sono stati i più caldi registrati dall’inizio dell’Ottocento, eppure la COP 27 che inizia il 6 novembre non pare interessare i media. Neppure gli sforzi eroici di John Kerry per tentare di ricostruire la “leadership” USA-Cina che aveva trasformato il vertice un po’ riottoso di Glasgow in un successo inaspettato.

Continua a leggere “Verso Sharm el-Sheik”

Merito

Il Ministero per l’Istruzione e il Merito è toccato a Giuseppe Valditara, non rieletto per assenza di merito politico o di partecipazione alla campagna elettorale, andrebbe chiesto a chi non l’ha vitato. Comunque se ne discute nei media e sui social.

Allora anch’io.

Puma concolor urbano, foto U.S. Fish and Wildlife Service/Public Domain
Continua a leggere “Merito”

“Alto profilo”

“Non ho parole,” dice una cliente del bar sotto casa a proposito del nuovo governo. Dopodiché ne ha moltissime, gli altri avventori e la barista pure. Stesso umore fra gli ascoltatori di radiopop, nel mio giro di conoscenti e Ong. Per non disperare, consiglio due ricerche di alto profilo sul serio – secondo me.

Continua a leggere ““Alto profilo””