Il (PSII)?

Mi ero dimenticata del premio “Lombardia è ricerca”, ma non Tiziana Mietitieri che ne ha appena ricordato la triste storia. En passant, segnala una breve inchiesta di Report sulle proteste contro il premio dato a Guido Kroemer nel 2019 quando il tema era “Invecchiare in salute”.

Continua a leggere “Il (PSII)?”

Bilanci di fine anno

La redazione di Nature ha scelto “Ten people who helped shape science” nel 2021, quattro uomini e sei donne. Il titolo è un po’ ingannevole: metà sono “attivisti” tra cui un nettascienza guascone.

Continua a leggere “Bilanci di fine anno”

Non mollano mai

Il Taopatch è il dischetto di plastica che dall’anno scorso rafforza le difese immunitarie contro il Covid. Inventato dal perito elettronico Fabio Fontana, contiene nanotubi di carbonio e nanocristalli nei cui pozzi quantici degli elettroni entangled e “di qualità”… Che c’è da ridere?

Continua a leggere “Non mollano mai”

Diabolicum

Lies, damned lies, and statistics, cont. Spero sempre che degli scienziati non perseverino nell’abuso delle statistiche. Da oca, proprio. “Cingolani sbaglia ancora sul peso del digitale nelle emissioni di CO2” titola Pagella politica.

Continua a leggere “Diabolicum”

Il giorno delle beffe

Ieri era la giornata mondiale dei diritti umani, della consegna del premio Nobel per la pace alla giornalista filippina Maria Ressa, e dei governanti invitati da Biden, dopo Maria Ressa, a rinnovare la democrazia – con l’aiuto degli Stati Uniti.

Continua a leggere “Il giorno delle beffe”

Un genoma pan-ceci

Nella Confederazione globale delle leguminose, Rajeev Kumar Varshney dev’essere il massimo esperto di genetica dei ceci. A capo di una cinquantina di fitogenetisti dell’Icrisat e di altri centri di ricerca, ha mappato le differenze genetiche tra 3.171 tipi di ceci coltivati e 195 tipi selvatici.

Continua a leggere “Un genoma pan-ceci”