Il clima di Dune

Che tempo fa oggi ad Arrakeen? Piove, governo ladro degli Harkonnen. Non ci credete? Cliccate qui.

Modello climatico di Steinig, Farnsworth e Farnsworth

Con la mappa fornita da Frank Herbert, le informazioni raccolte in The Dune Encyclopedia, un’atmosfera con lo 0,5% di ozono invece dello 0.000001% come qui, e le leggi della fisica terrestre, Sebastian Steinig, Alex e Michael Farnsworth hanno creato un modello del meteo annuale su Arrakis.

Si può ruotare il pianeta, zoomare, scegliere i parametri da visualizzare, precipitazioni, vento, temperatura e vedere come cambiano in un anno. In autunno alle alte latitudini dell’emisfero nord – su Dune, c’è una doppia amplificazione polare – a volte c’è nuvolo e capita addirittura che pioviggini.

Ma è solo una piccola demo, il kolossal scientifico è qui.

Il paleoclima della Terra

Su un globo che somiglia parecchio ad Arrakis, Sebastian Steinig del Jean Golding Institute all’università di Bristol ha visualizzato insieme a Tessa Alexander i risultati di 109 simulazioni del paleoclima terrestre durante l’ultimo mezzo miliardo di anni.

C’è da giocare con i modelli per settimane.

Si può scegliere un’era geologica o saltare dall’una all’altra sulla barra in fondo, selezionare uno “strato” della simulazione nelle icone a sinistra (temperature, correnti atmosferiche e oceaniche, vegetazione, superficie ecc.), cliccare su “Open controls” in alto a destra per modificare l’evoluzione di un strato.

Per la storia paleogeografica, si può rallentare o accelerare l’evoluzione della superficie, la deriva dei continenti, vedere le montagne alzarsi e le fosse oceaniche approfondirsi.

C’è molto di più, ma ci ho passato solo mezza giornata.

A proposito

Su Nature, Laura Revell et al. tentano per la prima volta di stimare con un modello semplificato la forzante radiativa delle microplastiche e fibre sintetiche incolori nell’aria, usando i dati delle poche misure effettuate finora, e assumendo una concentrazione di 1 microplastica per metro cubo d’aria.

Con molte incertezze, trovano un effetto rinfrescante di circa -0,75 milliwatt/m2, minuscolo rispetto a quelli degli altri aerosol. Tutti prevedono che la concentrazione atmosferica di microplastiche colorate o meno aumenti soprattutto attorno alle grandi città. Com. stampa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: