La peer-review secondo Matteo

Nel 1968 Robert K. Merton pubblicava “The Matthew Effect in Science“. A suo avviso, il versetto “Poiché a chiunque ha, sarà dato ed egli sovrabbonderà; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha” veniva

La voce dei delfini, cont.

Nel racconto omonimo di Leo Szilard, i delfini – degli scienziati dell’Istituto di biologia di Vienna – analizzano il comportamento dei politici americani e russi durante 30 anni di guerra fredda. Ne concludono che i politici sono degli incapaci, mentre i delfini…

Magari sbaglio – refrain

(O’s digest) Comincio da una rassegna uscita mercoledì su Molecular Biology in open access, e sui media con titoli fuorvianti, soprattutto in quelli anglofoni. Riguarda farmaci molto prescritti contro la depressione, il Prozac per dirne uno, detti inibitori della ricattura della serotonina (SSRI).

“Knowledge gaps”

L’altro ieri a Bonn è stato presentato il secondo rapporto dell’Ipbes, l’Intergovernmental Science-Policy Platform on Biodiversity and Ecosystem Services che sta alla biodiversità l’Ipcc al clima.

Twitter: prime frustrazioni

Grazie al retweet di radioprozac, capito su un paper di quelli che seppelliscono un’intera disciplina sotto le risate. Riesco solo a scrivere che esce su una rivista del gruppo Springer-Nature ma né il nome né il link, e citare tre celebrità del suo comitato editoriale.

Non ci son più le stagioni

La settimana scorsa, la temperatura superava di 40 °C la media di fine estate in alcuni altipiani (attorno ai 3000 metri) dell’Antartide, e di 20-30 °C quella di fine inverno nel circolo polare artico: in Norvegia, in Groenlandia e nella Terra di Francesco Giuseppe, l’arcipelago russo nel mare di Barents.

Come funziona

Anche i delfini copulano tutto l’anno, scrivono Patricia Brennan et al. su Current Biology, in “Evidenza di una clitoride funzionale nelle delfine“. Lo fanno principalmente per creare e mantenere legami sociali.